Sentiero di san Vili

5 passeggiate facili da fare in Italia

Dal Trentino Alto Adige alla Sicilia, ecco cinque idee di trekking per regalarsi una giornata lontano dalla città

L’Italia è un Paese splendido, ricco di bellezze architettoniche e di scorci paesaggistici unici, dove le opportunità di passeggiare nei diversi paesaggi non si contano: percorsi che conducono alla scoperta di una natura rigogliosa, di panorami mozzafiato, di immensi patrimoni d’arte e di cultura.
Alcune si raggiungono facilmente dalle grandi città, diventando un’occasione perfetta per allontanarsi dallo smog cittadino, respirare aria pulita e smaltire i ricchi pasti che accompagnano le feste di fine anno.
Ma quali sono gli itinerari più belli, dal nord al sud del Paese?

Sentiero di San Vili

Soprannominato “il piccolo Cammino di Santiago”, il Sentiero di San Vili collega Trento a Madonna di Campiglio. Lungo 100 chilometri, attraversa la Valle dell’Adige e arriva sino alle Dolomiti del Brenta: e, sebbene non sia certo percorribile in giornata, affrontandone un breve tratto ci si regala una passeggiata tra le più belle d’Italia. È, questo, un sentiero che ricalca il percorso compiuto da San Vigilio, patrono di Trento, nel 4000 d.C.: tante sono le cappelle a lui dedicate lungo il tragitto, composto da 6 tappe che sono – ciascuna – un’escursione completa.

Sentiero del Sole

In meno di due ore d’auto da MilanoAgra (in provincia di Varese) è il punto di partenza per una bella passeggiata tra i boschi. Ma non offre – il Sentiero del Sole – solo la possibilità di camminare tra gli alberi e i prati: permette anche (e soprattutto) di raggiungere due splendidi punti panoramici sul Lago Maggiore, e su quella Val Veddasca che lo circonda. Si parcheggia l’auto all’ingresso di Agra, e ci si incammina verso viale Europa, prima, e viale delle Betulle, poi. A Bedoré, che di Agra è una frazione, si prosegue sul sentiero vero e proprio, che attraversa boschi di betulle e che permette di raggiungere viste mozzafiato. Essendo un itinerario ad anello, è facilissimo da percorrere e consente di ritornare al punto da cui si è partiti.

Sentiero dei Limoni

Poco lontano da Napoli, in Costiera Amalfitana, c’è una passeggiata che è considerata la più pittoresca d’Italia: è il Sentiero dei Limoni, un itinerario che collega Maiori a Minori e che – per nove chilometri – attraversa giardini e limoneti. Per compierlo per intero sono necessarie cinque ore, ma lo si può percorrere anche parzialmente: attraversando i comuni campani di Maiori, Torre, Ravello e Minori, il panorama è – sempre e comunque – splendido. Dolce saliscendi con qualche semplice scalinata, lo si può percorrere in ogni stagione e in entrambi i sensi. Magari, fermandosi a pranzo in una delle trattorie tipiche che durante il percorso si incontrano.

Parco Regionale dei Castelli Romani

Tra i Borghi dei Castelli Romani, Nemi è uno dei più belli. Proteso verso l’omonimo lago, è il luogo perfetto per una passeggiata tranquilla e suggestiva a poca distanza da Roma. Dal centro di Genzano di Roma, si imbocca la strada verso il Lago di Nemi e  – superato il Museo delle Navi Romane – si raggiunge il borgo. Qui, poco oltre il ponticello su di un fossato (preceduto da un grosso pino), si parcheggia l’auto e si prende una ripida stradina cementata che passa accanto ai ruderi di una vecchia casa. La stradina diventa poi un sentiero, e si immerge nel bosco. Incrocia l’abitato di Nemi, e poi una mulatteria che prosegue sino alla Fonte Tempesta: ed è proprio questo, il culmine della passeggiata. Un luogo selvaggio, nonché uno dei più belli del Parco dei Castelli Romani.

Cammino dei Venti

Per scoprire le bellezze autentiche della Sicilia, un’occasione unica la offrono i Cammini Francescani, itinerari dall’antica origine che – un tempo – collegavano tra loro i vari conventi. E che oggi sono invece splendidi trekking nel cuore della natura. Tra loro vi è il Cammino dei Venti, che parte da Nicosia (in provincia di Enna) e raggiunge Gangi, nominato “Borgo dei Borghi” nel 2014.
Lungo 24 chilometri, il sentiero può essere percorso solo in parte: e d’inverno, con l’Etna innevato sullo sfondo, è pura magia.