Strada Regina

Strada Regina: senza auto per un giorno

Domenica 15 settembre, con Slow Dream, la strada fra Bioggio e Agno potrà essere percorsa solo in modo «lento».

Solitamente la Strada Regina è un luogo di frenesia e fretta, pensando ai numerosi automobilisti che la percorrono ogni giorno con l’incubo ricorrente di rimanere in coda. Domenica 15 settembre invece sarà slow, lenta. E non per colpa di qualche ingorgo, perché le macchine non ci saranno proprio.

Sarà opera di Slow Dream, la manifestazione organizzata dai Comuni di Agno, Bioggio e Manno che consegnerà per un giorno la Strada Regina ai pedoni, animandola con bancarelle, iniziative e intrattenimenti per tutti i gusti.

L’anno scorso hanno partecipato tremila persone e l’obiettivo di fondo è sensibilizzare presenti e assenti sull’importanza della mobilità dolce, delle energie alternative e dell’uso dei mezzi pubblici.

Nel cuore dell’evento

La Strada Regina nella sua versione lenta sarà costellata di postazioni informative pubbliche e private (di società e associazioni) che proporranno diverse attività ludiche e sportive. E con tutto quel movimento, anche se slow, a molti verrà fame: nessun problema, ci saranno varie possibilità di ristoro e il pranzo preparato dal Gruppo feste Serocca (una bella maccheronata) sarà offerto.

Tornando al moto, ci sarà la possibilità di provare diversi modelli di bici elettriche, nonché di raccogliere informazioni su vari mezzi di trasporto. Alle 10, poi, scatterà la Slow Run, una corsa popolare di 7,5 chilometri che unirà l’esercizio fisico a un gesto di cuore: il ricavato verrà infatti devoluto all’associazione GreenHope, fondazione con sede ad Agno impegnata a favore dei bambini malati di cancro che all’ultima edizione è riuscita a raccogliere quasi 10 mila franchi. Lungo lo stesso percorso tra l’altro ci si potrà cimentare anche in una camminata, denominata Slow Walking.
In caso di brutto tempo – fanno sapere i promotori – la manifestazione si terrà ugualmente.

Per tutte le informazioni del caso ci si può collegare agli indirizzi Internet strada-regina.ch e slowrun-abm.ch e alla pagina Facebook CulturaABM.

A proposito di cultura, alcuni studiosi dell’università di Neuchâtel saranno presenti alla manifestazione per una ricerca, con interviste a campione, su come la popolazione vive i cambiamenti della vita quotidiana a livello sociale, economico e ambientale.